1

App Store Play Store Huawei Store

bambina paura


PIEMONTE- 05-04-20210--Da ben 7 anni è in vigore il Decreto Legislativo 39/2014.
In particolare, l’art. 2 prevede che qualsiasi persona che sia impiegata in attività professionali o volontarie organizzate che la mettono in contatti con minorenni, non debba avere precedenti penali relativi a reati sessuali.

In questo caso, il datore di lavoro ha l’obbligo di richiedere il certificato del casellario giudiziale (i precedenti penali, appunto) per accertarsi che la persona sia idonea a svolgere quel lavoro. Se il datore di lavoro non richiede il certificato, rischia una multa da 10 a 15 mila euro.
Le categorie interessate sono molteplici, dagli insegnanti agli allenatori d

i calcio, a chi gestisce i centri estivi, e così via.
Tutte le persone che hanno contatto con minorenni devono dimostrare di non avere precedenti penali per reati sessuali.


Per la scuola, normalmente è il dirigente scolastico a richiedere il certificato e, in ambito privato, qualsiasi datore di lavoro o per esempio il presidente di una squadra di calcio dilettantistica nei confronti dell’allenatore o dei dirigenti.

 

 

Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui. Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti l'utilizzo dei cookie.