1

rubinetteria bolzano no

BOLZANO NOVARESE  – 13-01-2020 - Era da tempo che la rubinetteria M&Z spa non navigava in buone acque e ora sembra essere arrivata alla resa dei conti. Per scongiurare il fallimento il tribunale dovrà accordare la richiesta di proroga dei termini di concordato. In questo momento la società non ha liquidità e perciò non riesce a evadere ordini che arrivano a 4 milioni di euro, impresa realizzabile solo con l'intervento di un'altra azienda di rubinetti del Cusio.


Dal 2019, per evitare licenziamenti, il sindacato ha sottoscritto un accordo di contratto di solidarietà in cui lunedì e martedì la produzione è ferma e i restanti giorni lavora 6 ore invece di 8, stesso numero di ore per gli impiegati.
Dopo l'assemblea svoltasi venerdì 10 gennaio, è stato deciso che mercoledì 15 gennaio dalle 9 alle 11 una cinquantina di maestranze si recherà a Novara per far sentire la propria voce e scongiurare la chiusura di un'industria che ora ha all'attivo circa 110 dipendenti tra impiegati, magazzinieri e operai. Durante l'anno 2019, tra pre pensionamenti e licenziamenti di personale che ha cercato lavoro altrove, si sono ridotti circa di 20 unità. Il giorno seguente, giovedì, è stato invece fissato un incontro in Regione tra sindacati e presidente Cirio. Il tutto per scongiurare il fallimento che potrebbe arrivare lunedì 20 gennaio.

 

Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui. Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti l'utilizzo dei cookie.