1

miele consiglio

CUREGGIO -03-11-2019 - Importante riconoscimento per il miele di acacia prodotto dall'apicoltura Miele Reale di Romualdo Montevero di Cureggio. Il miele, prodotto a Carpignano Sesia da Romualdo e dalla moglie Paola, ha infatti conquistato le "Tre gocce d'oro", ovverosia il primo posto, al concorso Grandi Mieli d'Italia, svoltosi a Castel San Pietro Terme (Bologna) e presentato da Patrizio Roversi. Non solo. I mieli di castagno prodotti a Miasino, Ameno e Invorio, si sono aggiudicati "Due gocce d'oro", confermando la qualità del miele dell'azienda. I premi sono stati ritirati dalla sorella di Romualdo, Carmela.


Anche nel 2017 e nel 2018 i prodotti dell’Apicoltura Miele Reale, nello specifico i mieli di acacia, tiglio e castagno avevano brillato a livello nazionale e regionale salendo sul podio.
Il Concorso Grandi Mieli d’Italia è certamente il più antico, il più rappresentativo (vanta il maggior numero di partecipanti, provenienti da tutte le regioni italiane) e il più attento al miglioramento delle qualità dei mieli italiani e alla promozione presso il grande pubblico. I mieli partecipanti al concorso vengono infatti valutati e analizzati (analisi organolettiche, fisico-chimiche, melissopalinologiche) e i risultati della valutazione vengono comunicati ai concorrenti in modo che possano migliorare in futuro le qualità dei mieli prodotti. All’edizione 2019 del concorso hanno partecipato 1.011 diversi mieli. Tutte le regioni italiane sono state rappresentate: quelle con il maggior numero di campioni sono state Lombardia e Puglia (112 campioni ciascuna), seguite da Piemonte (94 campioni), Sardegna (80 campioni), Emilia Romagna (77 campioni) e Sicilia (68 campioni). I campioni riguardano ben 50 mieli uniflorali e 2 tipologie di millefiori (millefiori e millefiori di alta montagna delle Alpi).


Per l’occasione il Sindaco di Cureggio Angelo Barbaglia, insieme al consiglio comunale, ha ricevuto Romualdo e la moglie Paola congratulandosi con loro per il prestigioso traguardo raggiunto: “Siamo contenti che ci sia un’attività locale che mira con dedizione alla qualità del proprio miele, riconosciuta a livello nazionale nonostante negli ultimi anni le condizioni meteo avverse e la difficoltà nel tenere in vita le api ne hanno limitato la produzione”.

 

targa 3gocce

 

Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui. Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti l'utilizzo dei cookie.