1

lions borgo

BORGOMANERO -02-11-2019 - "La felicità non è uno

stato continuo, ma un movimento di flussi”, così Sara Rubinelli, del Dipartimento della Salute dell’Università di Lucerna, ha aperto la sua relazione, al terzo meeting dell’annata sociale 2019-20 del Lions Club Borgomanero Host nella serata di giovedì 10 ottobre.
L’interpretazione della “felicità” non è assolutamente cosa semplice. Per spiegare questo “stato d’animo” la relatrice è partita dalle affermazioni del filosofo greco Aristotele, passando per il romano Cicerone e approdando ai giorni nostri con una ben precisa analisi sulle tecnologie quotidianamente usate. Può sembrare strana la vicenda, ma telefonini, computer, social network, hanno un “potere” immenso sull’uomo, tanto da determinarne lo stato d’animo. Questo passaggio è stato ben compreso da chi opera nel settore della comunicazione e in particolare del marketing. Rubinelli, pur esprimendo concetti basati sulle relazioni antropiche e l’influenza sulla durata della vita, ha voluto sviscerare con profonda conoscenza la paura dell’essere umano di invecchiare e della morte. Si è inoltre parlato di “successo”, “danaro”, “fama”: non c’è rapporto con il termine felicità, perché “la felicità è legata strettamente alla virtù, quindi ai valori della vita”. Puntando il dito sui social network, ha definito questi “il riflesso dei vizi capitali”, con un esempio riferito a facebook quale “evidenziatore della superbia interiore”. Alla serata era presente il past Governatore Rino Porini.

 

 

 

Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui. Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti l'utilizzo dei cookie.