1

cinema foto

AMENO/MIASINO/OMEGNA-03-10-2019- Ormai ci siamo:

l’attesa è quasi finita e “Corto e Fieno” è prontissimo ad iniziare con tante sorprese ovviamente tutte meravigliosamente rurali. “Corto e Fieno”, in programma venerdì 4, sabato 5 e domenica 6 ottobre, è l’unico festival cinematografico in Italia (e uno dei pochi al mondo) a dedicare tutta la sua rassegna a film rurali, a lavori che prendono a cuore la relazione degli uomini, allevatori, coltivatori e pescatori, con la terra, il mare, i loro frutti, prodotti e animali; “Corto e Fieno” è un festival che abbraccia il mondo rurale e ne celebra tutte le peculiarità che profumano di buono,di terra e di genuinita!
Nato nel 2010 da un’idea dell’Associazione Culturale Asilo Bianco e con la direzione artistica di Paola Fornara e Davide Vanotti, il festival anche quest’anno sarà itinerante su più sedi: la sala cinematografica dello storico Cinema Teatro Sociale di Omegna, gestita dai volontari della Società Operaia di Mutuo Soccorso; la cinquecentesca Villa Nigra a Miasino; le sale del Museo Tornielli di Ameno, antico granaio, e il Caseificio Baragiooj di Ameno che ospiterà il pubblico nella sua stalla, tra balle di fieno, animali e prodotti agricoli.
Le proiezioni in stalla sono il vero cuore di questo festival: un’esperienza veramente unica, tutta da vivere e, viste le novità che i partecipanti troveranno, anche tutta da gustare!
Tutte le proiezioni del festival sono a ingresso libero (fino a esaurimento posti disponibili) e i film in lingua originale sono sottotitolati in italiano. Le sezioni in concorso sono due: Frutteto, con 26 cortometraggi selezionati che arrivano da tutto il mondo, e Germogli, la selezione dedicata ai più giovani (e non solo) con 14 animazioni in competizione. Bruno Fornara, selezionatore della Mostra del Cinema di Venezia, cura la sezione fuori concorso Sempreverde dedicata ai classici del cinema rurale che quest’anno ospita una lezione e conversazione sul lavoro di Ermanno Olmi.  
Fuori concorso è in programma “Solenne Triduo dei Morti” di Andrea Grasselli, film vincitore del concorso “Segnincorto – Valle Camonica / Patrimonio e Paesaggio” organizzato in collaborazione con la Comunità Montana di Valle Camonica e il Borgo degli artisti di Bienno (BS).
Anche in questo 2019 il festival sarà accompagnato da laboratori, colazioni con registi e giurati, picnic, mercatini agricoli, mostre ed interessanti eventi collaterali su più sedi.
Per maggiori informazioni e per  visionare il programma completo e dettagliato della decima edizione di “Corto e Fieno”: www.cortoefieno.it
Grandi registi stanno raggiungendo proprio in queste ore il Lago d’Orta, lo staff organizzativo ha preparato tutto nei minimi dettagli, non resta quindi che lasciarsi coinvolegere e vivere il festival più cine-contadino che c’è!

r.a.

 

 

Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui. Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti l'utilizzo dei cookie.