1

borgo benin

BORGOMANERO - 09-01-2019 - Il progetto S.F.I.D.A,  finanziato da Regione Piemonte e dal Comune di Borgomanero, nasce con l’obiettivo di contribuire al miglioramento delle condizioni socio-economiche di donne e bambine in condizioni di vulnerabilità è arrivato in Benin. Nelle scorse settimane, una delegazione composta da Carmelina Nicola per EnAIP Piemonte, insieme a Dario Martina e Silvia Tron della cooperativa “Il frutto permesso”, di Bibiana, accompagnati dalla ONG locale Action plus sono stai in Benin, nella città di Adhjoun. Qui sono state svolte tre tipologie di attività:  formazione, rivolta a operatrici e operatori del Centre Vignon e ad alcune donne delle associazioni femminili locali, finalizzata al perfezionamento delle tecniche di trasformazione di materie prime locali (principalmente ananas, zenzero e pomodori), in succhi, sciroppati e confetture; animazione nelle scuole (con la consegna dei lavori eseguiti dagli studenti borgomaneresi, che ai loro coetanei beninesi hanno posto diverse domande sulla famiglia, sulla scuola, sui desideri e sui progetti di ciascuno); e  l’incontro con il Comune di Adjohoun, rappresentato dal Sindaco e dal Segretario Comunale: occasione per ripercorrere insieme tappe e finalità del progetto e per rinnovare le ipotesi di proseguimento della collaborazione e dello scambio tra le due comunità partner.

Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui. Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti l'utilizzo dei cookie.