1

toga avvocato

BORGOMANERO -14-06-2018- Estorsioni e tentate

estorsioni ai danni di baristi e gestori di locali pubblici nella zona del borgomanerese: il processo si è chiuso con due condanne e due assoluzioni. Quattro le persone in aula: da una parte un cinquantenne, residente in zona, chiamato a rispondere delle accuse di tentata estorsione ed estorsione, e la sua compagna, chiamata a rispondere della sola accusa di tentata estorsione; dall’altra una coppia di amici, 48 anni lui, 40 lei, finiti nel medesimo procedimento perché, secondo la tesi accusatoria, avrebbero cercato di far ritrattare le dichiarazioni rese ai carabinieri dalla “vittima” di una estorsione. Parecchi i testi sfilati in aula, in particolare per uno degli episodi accaduto fuori da una pizzeria, era stata ascoltata anche una ragazza che all’epoca fatti lavorava nel locale come cameriera. “Erano entrati lui e la moglie (il cinquantenne e la compagna, ndr). Hanno ordinato una pizza e poi mi hanno chiesto se potevo dire al mio titolare di uscire. Non so come sia iniziata la lite, a un certo punto ho sentito urlare, sono uscita e ho visto che l’uomo e il mio titolare si picchiavano. Poi è arrivato anche il papà del titolare che ha cercato di dividerli e mi ha detto di chiamare i carabinieri. A quel punto i due se n’erano andati”.  Il titolare e suo padre erano rimasti a terra feriti. Lui, il cinquantenne, davanti al giudice si è difeso sostenendo “Non ci ero andato per estorcere del denaro o chiedere che dessero un lavoro al figlio della mia compagna. Avevo sentito delle storie e volevo chiarire quella questione. Siamo andati fuori dalla pizzeria, sì, è vero che gli ho dato un pugno ma poi quando era arrivato anche suo padre mi hanno attaccato, mi sono saltati addosso, e io mi sono difeso”.  Il pubblico ministero aveva chiesto la condanna a 8 anni per il cinquantenne, 2 anni per la sua compagna e un anno ciascuno i due amici. Il collegio ha condannato il cinquantenne a sei anni, 1 anno e 5 mesi, pena sospesa per la sua compagna, ed ha assolto la coppia di amici. Il difensore del cinquantenne ha preannunciato appello

Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui. Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti l'utilizzo dei cookie.