1

tapulone borgomaneroBORGOMANERO - 18-08-2017- Anche se la festa

dell’uva quest’anno si è svolta un po’ sottotono e in forma ridotta, l’Antica Cunsurtarija dal Tapulon, prossima a festeggiare il 15° di rifondazione, ha mantenuto fede ai suoi impegni nei confronti dei borgomaneresi e della borgomaneresità  organizzando presso la Trattoria del Ciclista di via Rosmini, sede della confraternita, la tradizionale “Grande tapulonata autunnale” . All’appuntamento si sono presentati cento commensali che oltre a degustare i piatti della tradizione  locale, in primis il tapulone, hanno potuto assaggiare, abbinati alle varie portate vini proposti da alcuni produttori locali: Renzo Duella titolare dei “Poderi Garona”  di Boca, Lorella Pagani e Marco Cerutti. Stefano Savoini, titolare con la sorella Alda de “Il Forno” di via dei Frassini ha invece illustrato le caratteristiche del “Vulcanino” un biscotto prodotto utilizzando nell’impasto il “Nebbiolo” il vino che si coltivava e si coltiva ancora oggi sulle colline del “Supervulcano”. Biscotto che ha le sembianze della statua della Madonna Immacolata di piazza Martiri, il simbolo più caro ai borgomaneresi, eretta nel 1721 per volere del Marchese Gabriele I d’Este. In apertura di serata il Presidente della Cunsurtarija Carlo Panizza ha ricordato il suo predecessore Nino Margaroli, scomparso alcuni mesi fa all’età di 92 anni evidenziando che la Cunsurtarija ha chiesto all’amministrazione comunale l’intitolazione a Margaroli dello stadio comunale di via Matteotti. Il popolare “Nino” per più di quarant’anni  fu dapprima segretario e quindi presidente dell’Associazione Calcio Borgomanero. Presenti alla serata il sindaco Sergio Bossi, il comandante della Tenenza dei carabinieri luogotenente Luca Bianchi Fossati, il capitano Francesca Dal Ponte, comandante della locale compagnia della guardia di finanza, l’ispettore della polizia locale Ettore Tettoni con il vice commissario Sabrina Camporelli e il prevosto di Borgomanero don Piero Cerutti che ancora recentemente ha ribadito il motto dell’Antica Cunsurtarija dal Tapulon, “fa dal ben e lassa zì” (fa del bene e lascia che gli altri parlino). Perfetta come sempre l’organizzazione coordinata dal Gran Cerimoniere Gigi Mercalli.

Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui. Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti l'utilizzo dei cookie.